Il lapbook di Tombolo

L’attività mira alla creazione di un lapbook in cui riassumere la storia de “Il gufo che aveva paura del buio” di Jill Tomlinson, attraverso l’uso di brevi testi riassuntivi e molte immagini.

Ho ideato il progetto didattico di un’attività originale, orientata al potenziamento della motivazione e dell’interesse verso lo studio e la scoperta e che, utilizzando tecniche manipolative e grafico-espressive, stimoli anche la creatività.

L’attività affronta sia nuclei tematici specifici di Italiano, che quelli di Educazione all’Immagine; in particolare, per la prima disciplina, si parte dalla capacità di ascoltare e comprendere un testo, per sviluppare la competenza di saper ordinare e sintetizzare le informazioni apprese e riuscire a scriverne brevi testi, utilizzando gli spazi a disposizione (i template) e le competenze Neoassunti a.s. 2015/16: Portfolio completo generato il 7-08-2016 23 ortografiche e linguistiche idonee. Dovendo anche disegnare ogni momento della storia, l’attività si interseca naturalmente con l’Educazione all’Immagine, sia nel dover rappresentare iconograficamente e cromaticamente personaggi e ambienti, che utilizzando, ove possibile, in modo creativo, tecniche e colori. Al contempo, in tale attività si inseriscono diversi aspetti interdisciplinari: Storia, in quanto gli alunni devono organizzare le sequenze dei fatti ascoltati del racconto, disponendoli in ordine cronologico, dopo averli riassunti e disegnati; Tecnologia, poiché molte informazioni sono state ricercate, analizzate e riprodotte con mezzi tecnologici multimediali diversi. Ad esso si aggiunge la produzione di rappresentazioni grafiche, mappe concettuali, disegni, didascalie; il tutto realizzato su cartoncino e con mini-book e template costruiti in carta. Infine Scienze poiché, durante tutto il percorso, si sono studiati gli animali nominati, le loro abitudini e i loro ambienti.20160530_143555 20160530_143739