La matematica è l’alfabeto con il quale Dio compose l’universo. Galileo Galilei

Quest’anno il percorso di studio delle discipline logico-matematiche ha preso l’avvio dal riconoscimento dell’importanza che esse hanno per spiegare e rappresentare lo spazio e la realtà circostante, conducendo gli alunni alla costruzione di un’idea della matematica e della geometria come discipline di ricerca e di scoperta. Secondo le Indicazioni nazionali del 2012, infatti, «la matematica dà strumenti per la descrizione scientifica del mondo e per affrontare problemi utili nella vita quotidiana […] sviluppando le capacità di mettere in stretto rapporto il “pensare” e il “fare” e offrendo strumenti adatti a percepire, interpretare e collegare tra loro fenomeni naturali».

Dopo aver fatto un “giro di scoperta”, all’interno e fuori dell’aula, osservando quanto ci circondava, i bambini hanno formulato tante ipotesi su dove erano presenti concetti matematici e/o geometrici. Dopodiché abbiamo visto il film “Paperino nel mondo della Matemagica” che offre tantissimi spunti per indagare il “magico paese della matematica”: paesaggi di numeri, con alberi e cascate formate da radici quadrate e animali con forme geometriche. Con l’aiuto della Spirito dell’Avventura, Paperino – e i miei alunni – sono stati condotti a riflettere su quanto la matematica e la geometria siano presenti in natura, nell’anatomia, nella musica, nell’arte. Attraverso il film, abbiamo ripercorso le origini della materia, dall’Antica Grecia ad oggi, facendo la conoscenza di Pitagora e dei Pitagorici, i primi a formulare teorie sul rapporto tra le misure di lunghezza e le tonalità musicali (da qui una disamina sulle frazioni e sulla scala musicale) e sull’importanza delle proporzioni – Sezione Aurea – nell’arte e nell’architettura, e in natura (Partenone e sculture varie… la Gioconda, Notre Dame de Paris… fiori e conchiglie…) e addirittura in molti giochi e sport (le traiettorie degli spostamenti negli scacchi o dei tiri a biliardo, a basket…)

Tutto il lavoro di studio ed analisi è stato poi riassunto in questo cartellone murale:

1483300_10201875237739962_1389836417_n

Un pensiero su “La matematica è l’alfabeto con il quale Dio compose l’universo. Galileo Galilei

  1. Ma sono bellissimi questi cartelloni e molto brava l’insegnante che li ha guidati. Complimenti !!!

I commenti sono chiusi.